Me, Bruce and Giorgio, and the Media

Italiano (uk flagEnglish here)

Poco dopo la scomparsa prematura di Giorgio Bettinelli , ho dipinto un muro ad Aosta e creato un sentito ed emotivo video-saluto artigianale, con filmati che ho girato in viaggio miscelati alla realizzazione del murale. Elif ed io avevamo già organizzato un viaggio in Asia attraverso il Medio Oriente, con destinazione finale e principale Bali, dove Giorgio ha avuto la sua prima Vespa. Chiesi anche indicazioni su Bali a Giorgio, ma era troppo tardi. Se ne era andato, “in un luogo molto freddo”, come la moglie Yapei ha scritto in una e-mail, il 16 settembre 2008.

Di ritorno da Bali, mi è venuta l’idea di mettere insieme un video tributo al compianto Giorgio, utilizzando il video che avevo già pubblicato su youtube e current.tv come base (quello già caricato è un trailer). Nel mese di maggio sono stato invitato a dipingere un pannello in legno per l’evento “Ciao Giorgino” a Crema, città natale di Giorgio. Ho filmato molto come al solito, ed a quel punto la struttura del video s’è delineata nella mia mente. A settembre ho deciso di destinare tempo (l’invenzione più preziosa della mente umana) per creare il video tributo.

Poco prima della scadenza del 12 ottobre, ho lasciato un pacco a Maurizio, il mio partner in Unusual Multimedia, chiedendogli se poteva spedirlo a Sarzana, dove si trova la sede del “Premio Chatwin – Camminando per il Mondo”. Ce l’ha fatta, mentre io e Elif dove sorvolavamo la Grecia durante il nostro viaggio annuale in Turchia.

In novembre, mentre stavo seguendo un corso di FCP (cioè, imparar a creare i video senza sponsor… cioè, sborsare 1000 €), ho ricevuto una telefonata. Ero in pausa pranzo, presso Media Training a London UK, e questa ragazza dalla voce soave mi annuncia che il mio video è tra i tre finalisti. L’istruttore mi ha detto in seguito che ero a bocca aperta, il mio umile video ammesso alle finali del Premio Chatwin (Premio Chatwin). Avevo dimenticato quando avrebbero annunciato i vincitori, ero talmente convinto di non avere chances che ho scelto proprio quel periodo per la mia settimana di formazione (prima di una lunga lista) nella capitale del Regno Unito.

Non è finita li, in quanto il giorno dopo, il 13 novembre, mentre ero in classe, il mio cervello bacato tutto un friccicolore di pixel illuminati da FCP (il software che utilizzo per montare video), ho ricevuto un messaggio di testo da Maurizio, annunciante la mia vittoria!

Gli sms e le e-mail, nonché i messaggi su Facebook hanno iniziato a fluire, sormontati da una telefonata da parte degli organizzatori: impossibile per me partecipare alla cerimonia di premiazione di sabato il 14, avrei dovuto “svelcrare” fuori 200 € in più, e Io non sono Richie Rich. Un amico ha ritirato il premio per me, dalle mani del regista Giuliano Montaldo (!) in una serata stellare a Genova ( Rolf Potts , era tra i viaggiatori famosi e premiati, insieme a Mario Tozzi e altri).

Ricevere un inaspettato e importante premio internazionale di viaggio, mentre cercavo di imparare a montare video, con un video che collega idealmente Bruce Chatwin a Giorgio Bettinelli, è di per sé molto incoraggiante. Io lo prendo come una conferma, dopo “Cercasi Viaggiatore”, e un impulso per continuare. La mia attività di film-maker è infilata nello spazio tra la mia giornata di lavoro, i miei viaggi, i miei hobby e la mia vita sociale (piuttosto povera nella forma fisica, a parte Elif), e sono più che mai determinato a renderla predominante.

E’ il modo migliore per esprimere ed elevare me stesso, il leit-motiv della mia vita.

Maria Teresa Zonca, eccellente giornalista RAI del TGR Valle d’Aosta, ha avuto notizia del mio exploit e mi ha invitato per un intervista. Il giorno dopo era già pronta e trasmessa all’interno del TGR VDA in prima serata. Questa volta con menzione addirittura nei titoli. Godetevela:

Mentre scrivo queste righe, va in onda un’altro reportage TV su di me, sempre su RAI VDA, nella rubrica il “Settimanale” del sabato mattina, che mi mette in relazione con Angelo Langè, un collega di Milano, che utilizza anch’egli spraycans e distintivo per esprimersi ed elevarsi. Aggiornerò questo stesso post col video del Settimanale, quindi rimanete sintonizzati e gettate via il vostro dispositivo di puntamento. Eccovelo:

Grazie infinite a tutti gli amici che supportano le mie aspirazioni, sapendo che sto cercando di mettere le fondamenta sotto i miei castelli in aria (-:D.

uk flagEnglish

Shortly after Giorgio Bettinelli‘s untimely death, I’ve painted a wall in Aosta and crafted a very emotionally driven video, using footage I’ve filmed while traveling mixed with the painting action. Me and my Elif had already booked a trip to Asia through the Middle East, with final and main destination Bali, where Giorgio was given his first Vespa. I told Giorgio too, asking for directions in Bali, but I was too late. He was gone, “in a very cold place” as his wife Yapei wrote in an e-mail on september 16th 2008.

Once back from Bali, I came up with the idea of putting together a video tribute to the late Giorgio, using the video I had already published on youtube and current.tv as a basis (it’s a sort of trailer). In may I was invited to paint a wood panel for the “Ciao Giorgino” event in Crema, Giorgio’s birthplace. I filmed extensively as usual, and at that point the structure of the video tribute was clear in my mind. The summer went by, and in september I decided to allocate time (the most precious invention of the human mind) to edit the video.

Just before the deadline of october 12, I left a parcel to Maurizio, my partner at Unusual Multimedia, asking him if he could send it to Sarzana, where the organizers of “Premio Chatwin – Camminando per il Mondo” are located. He did, while me and Elif where flying over Greece on our annual trip to Turkey.

In november, while I was following a course on FCP (that is, learning to edit videos without sponsors…that is, forking out 1000€), I received a call. I was on my lunch break, at Media Training in London UK, and this kind and soft voiced girl on the other side of the phone walzed in that my video was among the three finalists. I was gap-jawed, my scrawny video made it to the finals of the Chatwin Prize (Premio Chatwin). I had forgotten when the prize announcement was due, I had no idea I could aspire to be among the invited travelers, and therefore I was deep in my training week (first of a long list) in the UK capital.

Little did I know, the day after, on november 13th, this time while I was in class with my brain fully sparkling along with the pixels lit by FCP (the software I use to edit video), I received a text message from Maurizio, this time announcing that I had won!

The text messages and the emails, plus the messages on facebook started pouring in, topped by a phone call from the organizers: impossible for me to attend the prize giving ceremony on saturday the 14th, I should’ve forked out 200€ more, and I’m no richie rich. A friend accepted the prize for me, from Giuliano Montaldo‘s hands (!), on the mind blowing night in Genova (Rolf Potts, among the awarded travel “celebtities”).

Receiving such an unexpected important international travel award, while learning how to make videos, for a video linking Bruce Chatwin to Giorgio Bettinelli, is in itself very encouraging. I take it as a confirmation, after the “Cercasi Viaggiatore” victory, and a boost to keep going this way. My film-making is squeezed between my day-job, my traveling, my other hobbies and my social life (quite poor in the physical form, sigh, apart from Elif), and I’m determined more than ever to make it more and more predominant.

It is the ultimate way to express and elevate myself, which is the first and foremost leitmotif en mi vida.

Maria Teresa Zonca, an excellent journalist working at TGR Valle d’Aosta, the Italian state-owned TV channel Rai Tre’s local news programmes, got news of my exploit and invited me for an interview. The day after it was already aired at TGR VDA prime time broadcast. They even announced it in the headlines. Here’s the video or check the embed above.

I know, it’s all in italian and there are no subs, but trust the images and the flow and you can understand that it’s a pretty damn humbling one minute prop-o-rama. I’ll never thank Maria Teresa enough. little old me passes for a seasoned traveler filming for glory, which I am not…for the moment!

As I write this, yet another TV report about me was been aired, still on RAI VDA, this time the “Settimanale” broadcast, linking yours truly to Angelo Langè, a colleague from Milan who also uses spraycans and a badge to express and elevate himself. Video on this post soon, so stay tuned and throw away the mouse.Here it is (or check above for the embed)

Thanks a lot to all the friends that support my attempt to put foundations under my castles in the air (-:D

8 Comments

  1. haero 30/12/2009

    It’s nice to have so many comments to my blog posts. Like I said, thanks to all of those who are helping me. Not many eh?
    What?
    You hear some echo too?
    Lonely in here ah?

  2. Edo 08/01/2010

    Non sentirti solo. Ci sono blog visitatissimi che spesso non raccolgono manco un commento. Sarà che in italy c’è una prevalenza di timidi…
    Bel film, ad ogni modo.
    Bravo Andre.

  3. Haero 08/01/2010

    grazie fratellonEdo. Ci vorrebbero giorni da 72h in questo mondo di ladri, per pazzi scalmanati come me e te…
    Sarà lo stesso per chi non caga commenti…?

  4. Edo 09/01/2010

    he he he!! su questo non ci metterei la mano sul fuego. Comunque, per noi 72 ore cada dia son poche, mi sa. A quando la partenza per “il giorno fatidico?”
    Un bacio alla bella baliturca, sposa futura e furtiva.

  5. Haero 10/01/2010

    i’d say circa meno quasi fine febbraio o metà marzo. Lo decidiamo a breve (-:D ti saluta tanto

  6. Edo 25/01/2010

    dal mobile non mi prende I commenti…

  7. Edo 25/01/2010

    cioe’ non me ok prende dal tuo mobile theme… Buffa cosa…

  8. haero 25/01/2010

    Grazie per la segnalazione Edo, stasera a casa mi rimetto a giocare coi settaggi del plugin va.
    Ho aggiornato WP all’ultima versione e attivato un pò di widgets sulla sidebar, non male veramente. Cool!
    Al cool non si comanda (-:D

Did you like my post? Hated it? Please leave your mark!

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d bloggers like this:

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close