Monthly Archives: January 2010

G.M.L., will “vandals” transcend to digital media?

Watch it full screen to appreciate it best.
This is a remarkable attempt (quite succesful IMHO) to code “tags” in a modern markup language, such as XML. These guys did it, they created G.M.L., chapeau to them!
Will this mean that graphomaniacs will move to digital media and stop polluting human dwellings’ exterior walls? I doubt, but it’s a nice thought…

Guardatelo a pieno schermo che rende di più.
Questo che vedete è un tentativo (piuttosto riuscito secondo me) di codificare i “tags” in un moderno linguaggio di markup tipo l’XML. Questi ragazzuoli ci sono riusciti, hanno creato il G.M.L., complimenti!
Potrebbe questo significare la sparizione dei tags sui muri e il passaggio al mondo virtuale? Ne dubito, ma non sarebbe male…

Stop tagging and quit dope

Italiano (uk flagEnglish here)

Il mio primo pezzo (copiato da uno di Rendo di epoca precedente, sorry bro) del 1992 era dedicato alle cosiddette regole dell’Hip Hop: No smoke, No alchool, No drugs. Può sembrare naif e ingenuo, ma v’assicuro che all’epoca erano sulla bocca di tutti. Tutti siamo stati naif e ingenui, ognuno ha qualcosa di cui s’è pentito, ma c’è pur sempre un limite. Sempre fuori luogo, sempre “non appartenente”, sempre ai margini per “non uniformarsi” e “fare come fanno tutti gli altri”, sempre noto per pensare “fuori dalla scatola”: il mio modo di essere me stesso, mai un vezzo, ma una convinzione profonda. Ogni istante della vita scorre via e non tornerà più, ed io lo voglio vivere al 100%, senza aiuti chimici extracorporei o azioni estreme per cercare picchi adrenalinici. Se c’è una discesa da fare in neve fresca non cerco un couloir largo 3 metri col 60% di pendenza; se c’è da dipingere con gli spray, non cerco un treno o un muro illegale; se c’è da divertirmi o fare festa non cerco una pasticca o un volo col bungee, o 10 birre. Sempre risposto NO GRAZIE a chi mi offriva sigarette, canne, serate drinks, markers o spray per taggare. Mi sono sempre sentito dire di pensare troppo, che la vita è una, e che te ne frega tanto sei giovane, e che bisogna provare tutto almeno una volta, e che tanto si muore in ogni caso…

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close