headertop1 haero dinamiko roamings the snow must go on
headerbottom
primarybottom
South Africa – Central Drakensberg (2 Comments)

English text below

Dopo lo snowboard a 3000 metri in Lesotho, mi riavvicino di nuovo alle montagne che viste dalla parte del Sud Africa formano quasi un muro, un pò come le Lofoten viste da lontano, in Norvegia. Un muro oltre il quale c’è il Lesotho, il regno del cielo.

Attratto come da un magnete, sono andato a esplorare il Central Drakensberg, partendo da Pretoria via Jo’burg con il famosissimo Baz Bus. Il video si riferisce a un trekking di 6 ore, su per l’erto “escarpment” fino ai piedi dei picchi che superano i 3000. Gli altri giovinastri che arano in ostello, l’Inkosana Lodge del tartagliante e “bossy” (come diceva Andrea(!), ragazza neozelandese…) Ed, volevano salire fino ai 3000 dello Champagne Castle, convinti…sono tornati giù poco dopo me, storti e pieni di vesciche ai piedi…(-:D

La montagna va rispettata, come del resto il mare e tutta la natura. Un dislivello di 1500 metri in 6 ore è impossibile!!!

Larghi orizzonti, montagne bellissime, avvoltoi, springboks, babbuini…africa sorprendente e affascinante ogni secondo di più.

Un saluto da Cape Town, dove sono ora.

After snowboarding at 3000 in Lesotho, I get close to the Drakensberg again, this time on the west side, in South Africa, where it looks like a wall, reminding of Lofoten Islands in Norway. A wall behind which there is Lesotho, the kingdom of the sky.

Attracted like a magnet, I couldn’t resist and went for a hike with other fellow travellers, forming the fellowship of Inkosana. They wanted to climb the 3000 plus meters of the Champagne Castle, but I knew all along that it was impossible in 6 hours, and turned around. They didn’t make it, but the effort was epic.

Mountains claim respect, like deep sea and nature in general.

Vultures, springboks, baboons, wide horizons, beautiful mountains, surprising Africa, more and more…

Greetings from Cape Town

2 Responses to “South Africa – Central Drakensberg”

    1. maurizio August 21st, 2007 at 4:23 PM

      Wooow…
      suoni e musiche scelte con gran dovizia…
      bella atmosfera e sgambata niente male

      e anche se in Africa … Occhio al ghiaccio 😉 !!

    1. haero August 21st, 2007 at 5:25 PM

      L’hai detto Mau, ma ora quà a Cape Town niente più ghiaccio. Domani vado a vedere le balene, a Hermanus. Siamo in piena stagione riproduttiva, e questi splendidi mammiferi adorano le acque del capo di Buona Speranza, ci si mescolano due oceani…

Leave a Reply